logo-pesce-19-20-no-testo

 

Cari Soci,
siamo giunti alla fine di questo percorso durato un anno.
Mentirei se dicessi che tutto è stato facile e poetico perché la realtà, come tutti sapete, è stata molto diversa.
Sono l’unico ad oggi (e spero per sempre!) Rappresentante Distrettuale che passa le consegne per via telematica, con un saluto virtuale a tutti voi che mi avete dato fiducia e avete condiviso con me questo viaggio.
Qualcosa poteva essere fatto meglio? Sicuramente.
Qualcosa di più poteva essere inventato? Direi molto probabile.
Nonostante questo ritengo che quest’Anno Sociale mi abbia dato tantissimo in termini di crescita personale ed emozioni; spero di avere anche in minima parte ricambiato dando io qualcosa che rimanga al Distretto.
L’elenco delle cose fatte è lungo e credo sia inutile ripeterlo; tutti voi mi avete sentito parlare del nostro Service Nazionale Un Pasto e Un Amico, di tutti i nostri progetti conclusi, dell’organizzazione del Distretto e di quanto creda nei valori di una pianificazione corretta della vita Rotaractiana sotto tutti i punti di vista.
Mi renderebbe felice sapere che alcune cose iniziate quest’anno possano proseguire nei vostri Club anche negli anni a venire.
Tutto questo è stato possibile solo grazie alla splendida Squadra Distrettuale che mi ha sostenuto e, primi per importanza, a tutti voi, parte di qualcosa di grande.
A partire dal SIDE, e anche durante ogni mia visita, ho affermato che chi sbaglia a pianificare sta pianificando di sbagliare - c’è però un altro ingrediente essenziale per ottenere buoni risultati, oltre alla pianificazione, e si tratta di un concetto definito da una parola molto inflazionata negli ultimi anni: Resilienza.
La pandemia ha colpito il Distretto 2050 per primo e ci ha confermati tra le zone più ferite al mondo ma, nonostante questo, siamo riusciti a dimostrare che i Rotaractiani non si fermano mai anche se ogni nostro metodo d’azione è stato profondamente cambiato. Mi avete reso tutti, ancora una volta, fiero e orgoglioso del ruolo che ho avuto l’onore di ricoprire rappresentandovi.
Si conclude così il mio mandato, nell’ultimo dei modi che avrei potuto immaginare.
Se ben ci pensate, mai come in questo periodo abbiamo modificato le nostre ambizioni in fatto di Service e questo ci ha portato ad esprimere nuovi e mai esplorati talenti che ora si rivelano riproducibili nella nostra vita associativa.
L’unico vero rammarico che ho è quello di non potervi salutare di persona; ho preso inoltre come ultima decisione da Rappresentante Distrettuale di evitare un passaggio di consegne telematico; non voglio tediarvi con un ulteriore incontro, tutti voi siete stati attori di quello che si è realizzato quest’anno e non serve che ve lo ricapitoli da una videocamera.
A partire dal 1 Luglio sarà tutto giustamente nelle mani di Lorenzo, a cui faccio il mio in bocca al lupo e prendo occasione per farlo anche a Michela per i due anni che la aspettano.

E’ stato un anno stupendo e vi garantisco che non lo dico con ipocrisia; con tutte le sue difficoltà e con tutti i suoi imprevisti è stato uno degli anni più belli della mia vita, che ricorderò e porterò con me per sempre.

Ad maiora Distretto 2050. E grazie di cuore, per tutto.

Alberto Pesce
Firma Alberto Pesce PNG

Rappresentante Distrettuale
Anno Sociale 2019-2020
Senza Ambizione non c’è Talento